Al Sala Umberto arriva “La piccola bottega degli orrori”

Dal 3 al 22 dicembre il mitico musical degli anni '80 torna in scena con un nuovo adattamento in chiave moderna, per uno spettacolo accattivante e divertente diretto da Piero Di Blasio

95 0
la piccola bottega degli orrori

Per la prima volta al Sala Umberto arriva “La piccola bottega degli orrori”, uno spettacolo dei primi anni Ottanta famoso in tutto il mondo. Questa edizione, riadattata e diretta da Piero Di Blasio, vedrà dei cambiamenti importanti, che senza stravolgere l’originale, rendono la storia ancora più accattivante e divertente.

La trama

Siamo nella New York degli anni ’60. Seymour Krelborn lavora nel negozio di fiori del signor Mushnik insieme a Audrey, la sua giovane collega, di cui Seymour è segretamente innamorato. Quando Mushnik decide di chiudere il negozio per la poca clientela, Audrey gli consiglia di esporre la strana piantina che possiede Seymour, presa in un negozio cinese durante un’eclissi. In effetti la pianta, soprannominata Audrey 2, attira nuovi clienti. Seymour scoprirà che la pianta non solo è animata ma si nutre di sangue umano. Audrey 2 gli propone quindi di uccidere la gente per essere nutrita. Gli eventi iniziano a sfuggire di mano al povero Seymour, in un susseguirsi di omicidi e risate, fino a un finale inaspettato e “diverso”.

Una versione 2.0

“La piccola bottega degli orrori” al Sala Umberto promette uno show divertente e innovativo, ma non superficiale. Come afferma il regista Piero Di Blasio, nel corso della conferenza stampa di presentazione del musical, «questa è una versione 2.0, una versione rinnovata, che non ha snaturato l’originale ma lo ha reso più fruibile per il nostro tempo. Abbiamo deciso di dare alla storia, che già era bella così, una spolverata, una rinfrescata e abbiamo messo dentro, con le scenografie, le coreografie e i costumi, qualcosa di nuovo che fosse più aderente alla nostra attualità».

Un cast eccezionale e grandi novità

Il musical “La piccola bottega degli orrori” è composto da un cast eccezionale di attori teatrali, “cavalli di razza”, come li ha definiti il regista. Giampiero Ingrassia, che dopo trent’anni torna a interpretare Seymour, Fabio Canino nel ruolo di Mushnik, che per la prima volta e con entusiasmo si cimenta in un musical, Belia Martin nel ruolo di Audrey, già apprezzata nel musical Sister Act, e Velma K, una drag queen di fama internazionale nel ruolo della pianta Audrey 2, che per la prima volta è interpretata da un attore in carne ed ossa, una grande novità all’interno dello storico musical.

Tra le novità, oltre alla figura della pianta interpretata da Velma k, c’è la figura di Audrey, che come afferma Giampiero Ingrassia «è una Audrey rinnovata. La Audrey classica del film, interpretata da Helen Green, era una donna intrigante, forte, che però subiva le angherie del dentista. La nostra Audrey invece è diversa. Non è la Audrey che subisce, perché le donne di oggi, pur essendo fragili, sono un po’ più forti, e non stanno più zitte davanti ai soprusi degli “uomini cattivi”».

“La piccola bottega degli orrori” andrà in scenda al Sala Umberto dal 3 al 22 dicembre, e promette ai suoi futuri spettatori che… si morirà dal ridere!

Elisabetta Zazza


Lascia un commento