“Se mi vuoi bene”, al cinema il nuovo film di Fausto Brizzi

Una commedia romantica, tratta dal libro omonimo del regista, con protagonista Claudio Bisio. Obiettivo: “Far sorridere e commuovere allo stesso tempo”

65 0
se mi vuoi bene

Al cinema è arrivato in questi giorni“Se mi vuoi bene”, il nuovo film di Fausto Brizzi ispirato al romanzo omonimo del 2015, prodotto da Luca Barbareschi e distribuito da Medusa Film. Un cast d’eccezione, con protagonista Claudio Bisio e con Sergio Rubini, Flavio Insinna, Lucia Ocone, Maria Amelia Monti, Gian Marco Tognazzi, Valeria Fabrizi, Memo Remigi. Una commedia romantica, velata di malinconia e sano umorismo, pronta a far ridere ed emozionare il pubblico.

Obiettivo del regista

Nelle note di Regia Fausto Brizzi ha sottolinea che questo è il film che voleva fare da tanto tempo, quel jolly che si utilizza una sola volta nella vita. «Ho scelto un romanzo che amavo – afferma il regista – e un tono che in Italia è davvero poco frequentato. Negli Usa lo chiamano “dramedy”, in Francia “comédie dramatique”, è il genere che amo di più e che forse ho sfiorato col mio esordio “Notte prima degli esami”, non a caso il più autobiografico di tutti. Spero che il pubblico sorrida e si commuova allo stesso tempo vedendolo. Questo è l’obiettivo, una volta tanto».

La trama e i personaggi

L’intento del regista ben risponde alle dinamiche della storia. Diego (Claudio Bisio) è un avvocato di successo, che però è un depresso cronico. Un giorno decide persino di farla finita, ma non ci riesce. Così, si sveglia una mattina, si licenzia e decide di cambiare vita. Per caso entra in un negozio di Chiacchiere, gestito dall’eccentrico Massimiliano (Sergio Rubini) che nella vita vende, appunto, conversazioni. Ed è proprio chiacchierando con lui che Diego capisce qual è il suo prossimo obiettivo per uscire dalla depressione: fare del bene ai suoi cari. Diego prepara un piano “perfetto” per aiutare sua madre (Valeria Fabrizi) che è sola, la sua ex moglie (Maria Amelia Monti) perennemente arrabbiata, sua figlia (Lorena Cacciatore) che lavora troppo, la sua migliore amica (Lucia Ocone) con scarsa autostima, suo fratello pittore (Gian Marco Tognazzi) che è un “genio incompreso”, suo padre (Memo Remigi) che da una vita vuole la sua rivincita al tennis… e finisce per rovinare l’esistenza ad ognuno di loro. Ma non tutto è perduto. In fondo, per aggiustare le cose ci vuole solo amore.

Un film sull’importanza degli affetti, dell’amicizia, che finalmente ha messo in scena anche il “Negozio delle Chiacchiere”, cuore pulsante di molti libri di Fausto Brizzi. Anche la colonna sonora è stata scelta con grande cura emozionale per valorizzare i momenti salienti: “Ci vuole un fisico bestiale” di Luca Carboni, che fa anche un cameo nel film, e la bellissima “Un giorno credi” di Edoardo Bennato. Dal 17 ottobre in tutte le sale cinematografiche italiane.

Elisabetta Zazza


Lascia un commento