Dream, quando l’arte incontra i sogni tra gioco e magia

Suggestiva l’audioguida, con le voci di quattordici attori italiani che ci portano nel mondo onirico. L’esposizione al Chiostro del Bramante è aperta fino al 5 maggio

1177 0
drema

Dopo Love ed Enjoy, dove l’arte incontrava l’amore e il divertimento, in “Dream” l’arte contemporanea incontra i sogni, e si chiude così la trilogia ideata e curata da Danilo Eccher. La mostra al Chiostro del Bramante (fino al 5 maggio) è un viaggio esplorativo tra le opere di numerosi artisti accompagnati dai suggestivi racconti di un’audiogiuda davvero sorprendente.

Quattordici voci di attori italiani, infatti, sono parte integrante della mostra. L’audioguida ci porta in questo viaggio nel mondo dei sogni con i racconti scritti da Ivan Cotroneo e narrati da Giulia Bevilacqua, Marco Bocci, Cristiana Capotondi, Matilda de Angelis, Isabella Ferrari, Brando Pacitto, Alessandro Preziosi, Alessandro Roia, Valeria Solarino e Simona Tabasco, solo per citarne alcuni.

Questa esposizione è un percorso che si fa ad occhi aperti, ma basterà socchiuderli per vivere l’essenza pura dell’ascolto per poi riaprirli e gustare la magia delle opere. Il pubblico riesce ad evadere dalla realtà, si immerge in veri e propri quadri che regalano un momento di puro e sano inconscio. Sembra una magia il gioco della pioggia o il mondo ovattato della caverna, una magia in cui è bello perdersi anche solo per pochi minuti.

Ma il sogno è anche un’espressione profonda dell’animo umano, che spesso ci lascia una chiave per leggere ciò che ci accade nel presente e non riusciamo a comprendere. E così viaggiando tra luci e ombre, tra il tempo che passa e spazi che disorientano siamo un tutt’uno con le opere d’arte di Bill Viola, Anish Kapoor, Luigi Ontani, Mario Merz, James Turrell e Anselm Kiefer.

Gianna De Santis


Lascia un commento