QUEL TIZIO DALLE ORECCHIE A PUNTA

Al Teatro Euclide dal 10 al 18 novembre

288 0

Una commedia brillante, con un titolo che sa stuzzicare una comprensibile curiosità, nella quale tutto si articola attorno alla parola Amore e ai suoi numerosi volti. La conseguenza non sempre somiglia alla Felicità e tutti i personaggi si ritrovano anche all’interno di situazioni paradossali, pur di tenere in piedi il loro “angolo a forma di cuore”, fino a quando qualcosa esplode. Scritta e diretta da Vito Boffoli, con scene e luci di Vittorio Fedeli, si unisce dei personaggi, interpretati da Pepi, Alessandro Miele, Francesca Brunetti , Francesco Buonfiglio e Manuela Migliaccio, pronti ad alternarsi per un pubblico che si preannuncia “vittima” di un vortice di risate.

Una cornice di tutto rispetto rappresentata da questo teatro, che negli anni ’50 era un cinema dal nome omonimo. Interamente ristrutturato e inaugurato nel 1990, dall’architetto Damiano Adelfio e dal direttore artistico Vito Boffoli, è divenuto uno spazio che offre una nutrita programmazione teatrale, unita ad altre attività culturali come mostre, conferenze e concerti. Un’alternanza di idee e creatività che permette al suo interno di una fruizione differenziata, tra semplici volumetrie e ambienti ben distribuiti.

Di Alessandra Broglia

 

 

In this article

Lascia un commento