Arriva il super autovelox a raggi la laser: multe in aumento

Dallo scorso gennaio l’accurato strumento di rilevazione di nuova generazione fa tremare gli automobilisti

695 0

Gli automobilisti romani staranno sicuramente più attenti d’ora in poi. Il terrore di pigiare il piede sull’acceleratore aumenta.  Il nuovo anno infatti porta con sé tante sorprese e per gli automobilisti: i diversi corpi di Polizia municipale di Roma saranno dotati di un nuovo modello di autovelox. Con la tecnologia laser, lo strumento di rilevazione di velocità, sarà capace di immortalare chiunque superi il limite senza il bisogno del flash anche nelle ore notturne poiché in grado di sfruttare al meglio la luce già presente per strada. Grazie alla luce artificiale dell’apparecchio in questione sarà possibile ottenere i dati anche di auto e motoveicoli che si trovano a lunga distanza: grazie a questa nuovo strumento, il servizio potrà scorgere le targhe e con maggior precisione individuare il “malcapitato”. Il nuovo sistema, progettato per operare in maniera particolarmente preciso, permetterà agli agenti di ottenere informazioni direttamente in digitale tramite una memoria centralizzata (hard disk) che garantirà la trasformazione delle infrazioni in verbali. Gli autovelox fissi, secondo diverse ipotesi, potrebbero essere posizionati nelle arterie di grande scorrimento come via Salaria, via Cristoforo Colombo, Pontina, Cassia e Pineta Sacchetti.
Come ogni novità che si presenta i punti a favore e contro non mancano. Da una parte chi come gli automobilisti pensano ci sia poca flessibilità e margine d’errore dall’altra il Campidoglio che con la giunta del sindaco del Movimento Cinque Stelle, Virginia Raggi, prevede con il nuovo sistema di rilevazione su strada, un incasso dalle multe di 15 milioni di euro circa per il 2018 (con un stima di 5 milioni di euro in più di introiti attraverso le multe), ossia una percentuale più grande del 50% rispetto alle stime prodotte durante l’anno appena passato. La battaglia con chi infrange i limiti di velocità e chi non rispetta il codice della strada prosegue:  se prima con i vecchi autovelox già un po’ di terrore era insito sia negli automobilisti e che nelle amministrazione pubbliche chiamate il più delle volte a rispondere alle migliaia di multe contestate, ora con il nuovo autovelox 2.0 verranno escluse eventuali contestazioni (sarà difficile presentare ricorso) e scuse da parte dell’utente della strada perché il nuovo sistema permetterà di catturare ogni singolo dettaglio. La pioggia di multe non tarderà quindi ad arrivare.

di Marcello Mastino

In this article

Lascia un commento