Aumento vertiginoso dei casi di sifilide in Italia

Complici lo scarso uso di anti concezionali e il diffondersi di pratiche sessuali occasionali

271 0
sifilide

di Sara Candiano

Negli ultimi anni è stato registrato un boom delle malattie sessualmente trasmissibili, quali la sifilide, la gonorrea e l’Hiv. Durante il 56° Congresso dell’Associazione Dermatologi Ospedalieri (Adoi), tenutosi nel mese di ottobre a Roma, gli esperti hanno parlato di una vera e propria emergenza.

Il dato ad oggi più allarmante è quello relativo all’aumento della sifilide, una malattia venerea causata da un batterio che provoca lesioni cutanee al livello dei genitali: si parla di un aumento del 400% dal 2000 ad oggi nel territorio italiano. Anche la gonorrea e l’Hiv sono in aumento, soprattutto tra i giovani e gli over 50.

In Europa, dalla metà degli anni ‘90 alcune malattie sessualmente trasmissibili hanno trovato “terreno fertile” per espandersi dopo un decennio di declino, soprattutto nelle grandi metropoli e in alcuni gruppi a rischio, come i maschi omosessuali.

Spiega Antonio Cristaudo, presidente del Congresso Adoi.

Questa crescita è stata amplificata poi dalla facilità degli incontri sessuali occasionali dovuta oggi all’utilizzo di Internet e delle App.

Per questo motivo gli esperti suggeriscono di sensibilizzare ancor di più giovani e adulti all’uso dei contraccettivi, i preservativi in particolare, scongiurando definitivamente il diffondersi di queste malattie. Ma sarebbe anche necessario migliorare l’accesso a strutture cliniche e fornire più rapidamente le diagnosi, in modo da intervenire tempestivamente sul paziente infetto con cure adeguate. Oggi è infatti più semplice diagnosticare un caso di sifilide: basta una sola goccia di sangue per capire se il paziente è infetto o meno.


Lascia un commento